One Platform, one tool for any process – Tutte le metriche del tuo business visibili su un’unica piattaforma

Che cosa rappresenta per voi la visibilità in ambito tecnologico?
Traducibile con l’inglese scope, per visibilità si intende la possibilità di richiamare un insieme di dati o variabili quando si usa un programma, in qualsiasi momento.
In termini più semplici, con la parola visibilità evidenziamo la possibilità di vedere in tempo reale una serie di informazioni, metriche e KPI in modo veloce e semplice.

Da qualche anno stiamo vivendo un cambiamento profondo delle dinamiche che interessano l’ambiente professionale: continue innovazioni tecnologiche consentono oggi l’automazione di molte mansioni in passato svolte solo manualmente.
La possibilità di essere sempre connessi alla rete e l’enorme quantità di dati e fonti che abbiamo a nostra disposizione – oltre alla crescente globalizzazione che gioca un ruolo importante – generano una mole di informazioni sempre più grande da gestire: per questo abbiamo bisogno di dashboard da cui leggere i dati e di report chiari per interpretarli. Abbiamo bisogno di visibilità.

Fatta questa premessa, posso presentarmi: io sono Alberto Porta e faccio parte del gruppo di Customer Experience attivo a livello mondiale, per la sede italiana di Esker.
L’obiettivo del programma di Customer Experience è quello di aiutare i clienti a perfezionare l’efficienza e la produttività aziendali tramite l’uso ottimale delle soluzioni Esker.

Una sola piattaforma.
La piattaforma cloud di Esker è uno strumento di controllo globale dei processi di business in grado di migliorare la visibilità globale, la scalabilità e la conformità con le normative.
Il sistema gestisce a 360° le due macro aree aziendali del P2P e dell’O2C (pensate che per il settore P2P Esker nel 2020 è entrata nel Magic Quadrant di Gartner) .
Un problema che interessa oggi molte realtà è la frammentazione dei fornitori a cui ci si affida per ogni area aziendale – procurement, AP, AR, OM, credit management – che fa sorgere diversi problemi in termini di integrazione, comunicazione e ottimizzazione.
Per implementare una strategia di business efficace, Esker offre una piattaforma in grado di uniformare i principali processi legati al ciclo attivo e al ciclo passivo, garantendo visibilità e accessibilità diretta alle informazioni.

Quali sono i punti di forza della nostra piattaforma?
– L’integrazione con tutti gli ERP più diffusi sul mercato.
– La personalizzazione e l’adattabilità per ogni settore industriale.
– La conformità internazionale.
– Il monitoraggio dei KPI in tempo reale.
– Le certificazioni di protezione e sicurezza (le trovi qui: https://www.esker.it/tecnologia/robotic-process-automation/sicurezza/)
– La facilità di utilizzo della piattaforma.

Che ruolo ha il Customer Experience manager?
Una delle attività del CX consiste nella personalizzazione – a livello sartoriale e su ogni cliente – degli indicatori più significativi per il business, ponendo l’attenzione sulla figura aziendale che ha il compito di analizzare i dati.

Nell’immagine riportiamo un esempio di dashboard della piattaforma di Esker.
Sono visibili le informazioni relative al ciclo attivo come, ad esempio, l’ammontare totale delle fatture passive registrate nel sistema ERP o l’importo delle fatture scadute. Per il ciclo passivo possiamo avere a disposizione le indicazioni sul valore degli ordini clienti o sul relativo importo totale già fatturato.
La piattaforma si basa su un motore di intelligenza artificiale che ci permette di ottenere un valore aggiunto dai dati mostrati.
Il sistema è infatti in grado di estrarre i dati relativi ai documenti processati prima ancora che gli operatori attivino il processo di validazione e di posting.
I dati evidenziati nell’immagine si riferiscono ai valori dei documenti in coda di lavoro e non processati, quindi NON presenti sui sistemi ERP aziendali (sia per il ciclo passivo legato alle fatture fornitori, sia per il ciclo attivo relativo agli ordini clienti).
Per avere una panoramica totale, la soluzione che gestisce la parte di credito mostra le informazioni sulle previsioni di incasso, calcolate a seguito di una analisi sui comportamenti dei debitori.

La piattaforma è in grado di mostrare anche i dati non ancora gestiti: in questo esempio vediamo una coda di lavoro che riporta fatture da approvare che non sono ancora state aperte.
Nonostante i documenti non siano ancora lavorati, è possibile visualizzare tutti i dati necessari alla registrazione sul sistema ERP aziendale.
Vengono riconosciuti il fornitore e gli importi delle fatture per evidenziare la necessità di cassa prima che la stessa sia rilevata dal sistema ERP.

La dashboard generale può essere integrata da cruscotti mirati che mostrano approfondimenti sui diversi processi aziendali.
Una dashboard sul P2P può avere un aspetto simile a quello dell’immagine n°3: gli indicatori ed i grafici possono essere personalizzati in base alle necessità dell’azienda e al ruolo rivestito dal collaboratore che analizza i dati.
La personalizzazione può avvenire anche per altri processi, ad esempio l’Accounts Receivable e le fatture attive, dove è possibile utilizzare gli indicatori più utili per ogni esigenza.

Vi presento ancora un ultimo aspetto relativo alla gestione dei crediti: la soluzione mette a disposizione una dashboard a livello executive che mostra l’andamento del credito aziendale con una serie di indici come il DSO (tempo medio di incasso) o il CEI (indice di efficienza nel recupero crediti).
Parametri fondamentali per gestire la liquidità dell’impresa.

La piattaforma di Esker è in grado di fornire informazioni utili a livello pratico: alcuni nostri clienti utilizzano i report pianificati per aggiornare con cadenza regolare fogli di lavoro da presentare ai vertici aziendali durante le riunioni strategiche.

La qualità delle informazioni fornite dalla nostra soluzione e la chiarezza dei dati esposti sono frutto di un lavoro continuo sull’utilizzo dell’intelligenza artificiale, una tecnologia che oggi agevola il business e snellisce molte procedure.
Come Customer Experience aiuto i clienti a interpretare i numeri e le statistiche per creare un valore aggiunto all’interno dell’azienda e compiere le scelte più opportune e adatte al contesto in cui ci si muove.
L’integrazione tra intelligenza artificiale e intelligenza umana è fondamentale per la crescita di quelle aziende che desiderano migliorare la propria situazione facendo investimenti oculati in termini di risorse materiali e di persone, che possono davvero fare la differenza.

Per approfondire l’argomento, puoi contattarmi mandandomi una e-mail a Alberto.porta@esker.com

Alberto

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

* Copy This Password *

* Type Or Paste Password Here *