Nuove tecnologie e innovazione per semplificare il lavoro.

Sono un appassionato di tecnologia e in Esker trovo terreno fertile: nella nostra azienda realizziamo, implementiamo e usiamo diversi strumenti del mondo digitale per migliorare le condizioni di lavoro dei nostri clienti e ottimalizzare il loro business.
Prima di spiegarti ciò che offriamo, vorrei portare la tua attenzione sull’etimologia della parola tecnologia.
Deriva dal greco τεχνολογία ovvero trattato sistematico e può avere due significati.
Il primo è: “Vasto settore di ricerca, composto da diverse discipline che ha come oggetto l’applicazione e l’uso degli strumenti tecnici in senso lato, ossia di tutto ciò (ivi comprese le conoscenze matematiche, informatiche, scientifiche) che può essere applicato alla soluzione di problemi pratici, all’ottimizzazione delle procedure, alla presa di decisioni, alla scelta di strategie finalizzate a determinati obiettivi[1]
E poi vi è la definizione data in antropologia culturale: “…la tecnologia costituisce una branca fondamentale della cultura, e talvolta la si identifica con la cosiddetta cultura materiale ma in realtà il suo significato è assai più esteso poiché la ricerca connessa alla tecnologia incide tanto sulla conoscenza teorica della realtà e della natura costitutiva dei materiali quanto sul loro uso e sulle loro proprietà con influenze dirette sull’organizzazione sociale e politica”.

È curioso notare come la tecnologia non sia solo strumento ma anche conoscenza culturale dell’uomo che ha conseguenze dirette sull’organizzazione sociale.
Ed è così: gli strumenti tecnologici con i quali siamo a contatto ogni giorno fanno ormai parte della nostra cultura e diventano un mezzo per semplificare la vita e il lavoro.

Oggi vorrei focalizzarmi sulle tecnologie di cui ci serviamo in Esker per offrire delle soluzioni intelligenti completamente automatizzate.
Per darti una spiegazione chiara e completa ho richiesto la collaborazione del mio stimato collega Alessandro Fantini, Professional Service Consultant di Ekser Italia, che ho intervistato qualche tempo fa per comprendere ancora meglio il funzionamento delle nostre soluzioni innovative.
Andiamo con ordine.
Uno dei temi di cui si sente più spesso parlare in diverse realtà aziendali avanzate è l’Intelligenza Artificiale (IA) o artificial intelligence (AI): che cos’è esattamente la IA?
Alessandro mi ha risposto così:
“Riccardo vorrei iniziare con un esempio per farti comprendere meglio: immaginiamo che Sig. Esker sia il nome di un nuovo collega assunto per affiancare nel lavoro quotidiano il nostro cliente X. Un nuovo collaboratore, di solito, inizia rendendosi utile facendosi carico delle attività manuali considerate time-consuming e con margini di errori elevati. Poi il collaboratore cerca di semplificare i processi lavorativi per liberare il manager Y del cliente X da mansioni di basso valore e dargli la possibilità di dedicare tempo ad attività più redditizie e proficue. Per esempio, il manager Y potrà riservare maggiore attenzione al rapporto coi propri clienti e i fornitori, migliorando la qualità delle relazioni.
Esker utilizza diverse tecnologie di IA per facilitare e automatizzare l’estrazione dei dati dai documenti, la lavorazione degli stessi e la registrazione nei sistemi gestionali ERP.
L’intelligenza artificiale di Esker è un lettore intelligente che non si limita a scannerizzare i caratteri o i numeri letti su un documento, ma li interpreta cogliendo eventuali discrepanze, correggendole, completandole, per ottenere una trascrizione automatizzata all’interno del sistema gestionale e ridurre gli errori umani, minimizzando sensibilmente i tempi di registrazione”.

Paragonare l’IA a un collaboratore volenteroso che ci aiuta a svolgere le attività quotidiane ci aiuta a comprendere che esiste una connessione tra intelligenza umana e artificiale: l’una ha bisogno dell’altra per ottenere il massimo del risultato.
Quando si parla di IA vengono nominati spesso anche il Machine Learning e il Deep Learning, nuove frontiere dell’innovazione.
Alessandro mi ha spiegato che con il termine Machine Learning si intende l’apprendimento automatico o auto learning della macchina sulla base dell’esperienza utente.
Per spiegarlo riprendiamo l’esempio precedente: quando in azienda arriva un nuovo collega competente sulla sua materia, durante i primi giorni si dovrà ambientare imparando i meccanismi aziendali specifici, il loro funzionamento, i dettagli e le eccezioni. Di solito il nuovo collaboratore viene affiancato da un tutor che ha il compito di spiegargli il funzionamento delle dinamiche aziendali.
L’IA di Esker è in grado di auto-perfezionarsi: impara da sola a eseguire le azioni (senza tutor) e ad apportare correzioni sulla base dell’esperienza che acquisisce analizzando un numero sempre maggiore di casistiche. La tecnologia di Machine Learning associa ad ogni caso (per esempio un documento) un comportamento da seguire e lo ripete quando riconosce situazioni simili.

Altra innovazione è il Deep Learning, l’apprendimento profondo, che si definisce come il processo di apprendimento delle macchine attraverso l’analisi di dati che vengono riconosciuti grazie agli algoritmi.
Il collega Sig. Esker, per esempio, deve controllare ogni giorno una serie di documenti dell’azienda X contenenti dati che si ripetono sempre con lo stesso ordine e nel medesimo formato: l’imponibile, la data ordine, la data fattura, la valuta, il totale. Possiamo affermare che il Sig. Esker conosca a priori tutti questi elementi e li possa individuare con facilità per proporli all’utente.
Noi abbiniamo il concetto di Deep Learnig all’acronimo FTR, first time recognition: è l’abilità della nostra soluzione di cogliere al primo sguardo tutte le informazioni presenti sul documento, considerate fondamentali per la registrazione dello stesso nel sistema gestionale. Il FTR sfrutta le logiche del Deep Learnig.

Quando Alessandro mi ha raccontato tutte queste sfaccettature, sono rimasto colpito. Ma non è tutto: ha concluso la nostra intervista parlandomi di Synergy, una tecnologia che incrementa il valore e l’intelligenza del FTR.
Me lo ha spiegato così: “All’interno di Esker si crea una sinergia di conoscenze a livello capillare tra tutte le lavorazioni compiute dagli utenti Esker al fine di aver già la soluzione migliore per ogni layout documentale. Se un layout è già presente nel database di Esker e quindi è noto, non serve che un nuovo utente lo elabori nuovamente; Synergy andrà direttamente a utilizzare le regole di estrazione specifiche di quel layout che ha già in memoria.
Le tecnologie che utilizziamo sono rivoluzionarie e estremamente innovative: dobbiamo utilizzarle al meglio per garantire il successo ai nostri clienti”.

In questo articolo mi sono soffermato sul ruolo dell’Intelligenza Artificiale e sulle branche del Machine Learning e del Deep Learning: ma non sono le uniche tecnologie di cui disponiamo per semplificare il lavoro dei nostri clienti.
La nostra realtà digitale vanta altre risorse:

  • la suite di connettività agli ERP aziendali che consente l’integrazione della nostra soluzioni con il software aziendale,
  • la tecnologia Robotic Process Automation (RPA), un software che può essere facilmente programmato per svolgere attività umane ripetitive,
  • l’applicazione mobile Esker Anywhere™ per gestire ordini, fatture e pagamenti da qualsiasi luogo con lo smartphone,
  • la piattaforma cloud EDI (electronic data interchange) per le soluzioni O2C e P2P.

La tecnologia ci circonda, è evidente: un uso corretto e sensato di queste innovazioni permette ai nostri clienti di raggiungere alti livelli qualitativi in termini di organizzazione e pianificazione aziendale.
Dare valore al proprio lavoro è importante per vivere al meglio le ore che trascorriamo in azienda e trarre soddisfazione da ciò che facciamo ogni giorno.

Se anche tu sei affascinato dalle nuove tecnologie, chiamaci: abbiamo un team di esperti pronto a rispondere alle tue domande e curiosità: non proprio a tutte, ma quasi.

Riccardo Guerrieri

Contattaci
Tel: +39 0331 65 14 1
Mail: sales@esker.it


[1] Dizionario Treccani.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

* Copy This Password *

* Type Or Paste Password Here *